EASD 2017
EASD 2017
A Focus on CV

Ipoglicemia e aumento del rischio di eventi cardiovascolari


L’ipoglicemia provocata dalla terapia ipoglicemizzante è stata collegata ad eventi cardiovascolari. Lo studio ORIGIN ha valutato ulteriormente questa relazione.

In totale, 12.537 pazienti con disglicemia e ad alto rischio cardiovascolare sono stati randomizzati al basale a Insulina glargine ( Lantus ) titolata a una glicemia a digiuno minore o uguale a 5.3 mmol/l ( 95 mg/dl ) o a terapia glicemica standard.

L’ipoglicemia non-grave è stata definita come sintomi confermati da valori di glucosio inferiori o uguali a 54 mg/die e l'ipoglicemia grave come necessità di cure o valori di glucosio inferiori o uguale a 36 mg/dl.

Gli esiti erano: composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico non-fatale o ictus; mortalità; mortalità cardiovascolare; morte aritmica.

Durante un periodo medio di 6.2 anni, episodi ipoglicemici non-gravi si sono verificati nel 41.7% e nel 14.4% dei partecipanti, rispettivamente, al gruppo con Insulina glargine e al gruppo con terapia standard, mentre episodi gravi si sono verificati, rispettivamente, nel 5.7% e nell’1.8%.

L’ipoglicemia non-grave non è stata associata a qualsiasi esito seguente alla regolazione.

Al contrario, l'ipoglicemia grave è stata associata a un maggiore rischio di esito primario ( hazard ratio, HR=1.58, P minore di 0.001 ), mortalità ( HR=1.74, P minore di 0.001 ), morte cardiovascolare ( HR=1.71, P minore di 0.001 ) e morte aritmica ( HR=1.77, P=0.007 ).

Risultati simili sono stati osservati per una grave ipoglicemia notturna per l'esito primario e la mortalità.

Il rischio di ipoglicemia grave per tutti e quattro gli esiti è stato maggiore con la terapia standard rispetto all’Insulina glargine.

In conclusione, l’ipoglicemia grave è associata a un aumentato rischio di esiti cardiovascolari in persone ad alto rischio di eventi cardiovascolari e disglicemia.
Anche se l'assegnazione all'Insulina glargine rispetto alla terapia standard è stata associata a un aumentato rischio di ipoglicemia grave e non-grave, il rischio relativo di esiti cardiovascolari con ipoglicemia è risultato inferiore con la terapia ipoglicemizzante a base di Insulina glargine rispetto al controllo glicemico standard. ( Xagena2013 )

The ORIGIN Trial Investigators, Eur Heart J 2013; 34: 40: 3137-3144

Cardio2013 Endo2013 Farma2013


Indietro