Mediexplorer

Diabetologia.net

Diabetologia

Effetto dell’aumento di peso con trattamento antidiabetico intensivo sui fattori di rischio cardiovascolare e aterosclerosi nel diabete mellito di tipo 1


La terapia intensiva del diabete mellito di tipo 1 riduce le complicanze associate al diabete ma può essere correlata a un eccesso di aumento di peso, obesità addominale e dislipidemia.

Lo studio DCCT/EDIC ha verificato se l'aumento di peso eccessivo con la terapia del diabete mellito di tipo 1 è prospetticamente associato a malattia aterosclerotica.

Soggetti con diabete mellito di tipo 1 ( 97% bianchi, 45% donne, età media 35 anni ), randomizzati a trattamento antidiabetico intensivo o convenzionale durante il Diabetes Control and Complications Trial ( DCCT ) hanno subito misurazioni dello spessore intima-media ( n=1.015 ) e del punteggio del calcio coronarico ( n=925 ) durante il follow-up dello studio Epidemiology of Diabetes Interventions and Complications ( EDIC ).

Soggetti sottoposti a trattamento intensivo sono stati classificati per quartili di cambiamento di indice di massa corporea durante DCCT.
I soggetti che hanno guadagnato peso in eccesso ( 4° quartile, compresi i soggetti sottoposti a trattamento convenzionale che soddisfacevano questa soglia ) hanno mantenuto un maggiore indice di massa corporea e circonferenza della vita, hanno avuto bisogno di più Insulina, hanno mostrato maggiore spessore della intima-media ( +5%, P minore di 0.001 anno 1 di EDIC, P=0.003 anno 6 di EDIC ), e hanno mostrato una tendenza verso un maggiore punteggio di calcio coronarico ( odds ratio, OR=1.55; P=0.07 ), rispetto ai soggetti che hanno aumentato meno il proprio peso.

I soggetti DCCT che soddisfacevano i criteri della sindrome metabolica per la circonferenza vita e la pressione sanguigna hanno avuto maggiore spessore della intima-media nei due anni di EDIC ( P=0.02 fino a minore di 0.001 ); i soggetti che soddisfacevano i criteri di lipoproteine ad alta densità hanno avuto maggiori punteggi di calcio coronarico ( OR=1.6; P=0.01 ) durante il follow-up.

L’aumento della frequenza di una storia familiare di diabete mellito, ipertensione e iperlipidemia è stato associato a un maggiore spessore della intima-media con il trattamento intensivo, ma non con il trattamento convenzionale.

In conclusione, l'eccesso di aumento di peso nello studio DCCT è associato a un aumento sostenuto di obesità centrale, insulino-resistenza, dislipidemia e ipertensione, così come a più ampia aterosclerosi durante lo studio EDIC. ( Xagena2013 )

Purnell JQ et al, Circulation 2013; 127: 180-187

Endo2013 Cardio2013



Indietro