Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Farmaexplorer.it

Aumento della rigidità arteriosa nei pazienti con diabete di tipo 1 senza malattia cardiovascolare


Uno studio ha esaminato il rapporto tra rigidità arteriosa e basso grado di infiammazione nei soggetti con diabete mellito di tipo 1 senza malattia cardiovascolare clinica.

Sono stati valutati 68 pazienti con diabete di tipo 1 e 68 soggetti sani abbinati per età e sesso.

La rigidità arteriosa è stata valutata mediante la velocità dell'onda di polso aortica ( aPWV ).

Sono state misurate le concentrazioni sieriche di proteina C-reattiva ad alta sensibilità ( hsCRP ), interleuchina-6 ( IL-6 ) e frazioni solubili dei recettori di tipo 1 e 2 del fattore di necrosi tumorale-alfa ( sTNFalfaR1 e sTNFalfaR2, rispettivamente ).

Tutte le analisi statistiche sono state stratificate per sesso.

I soggetti diabetici avevano una aPWV superiore rispetto ai soggetti di controllo sani ( uomini: 6.9 vs 6.3 m/s, P minore di 0.001; donne: 6.4 vs 6.0 m/s, P=0.023 ).
Queste differenze sono rimaste significative dopo aggiustamento per fattori di rischio cardiovascolare.

Gli uomini con diabete avevano più alte concentrazioni di hsCRP ( 1.2 vs 0.6 mg/L, P=0.036 ), IL-6 ( 0.6 vs 0.3 pg/mL, P=0.002 ), sTNFalfaR1 ( 2739 vs 1410 pg/mL, P minore di 0.001 ) e sTNFalfaR2 ( 2.774 vs 2.060 pg/mL, P minore di 0.001 ).

Le donne con diabete mellito avevano solo più alte concentrazioni di IL-6 ( 0.6 e 0.4 pg/mL, P=0.039 ).

Negli uomini con diabete, aPWV era correlata positivamente con hsCRP ( r=0.389, P=0.031 ) e IL-6 ( r=0.447, P=0.008 ), mentre nelle donne con diabete mellito non è stata trovata alcuna correlazione significativa.

Negli uomini, l'analisi di regressione lineare multipla ha mostrato che le seguenti variabili sono risultate associate in maniera indipendente con aPWV: età, indice di massa corporea, diabete di tipo 1 e basso grado di infiammazione ( R2=0.543 ).
Nelle donne, queste variabili erano: età, indice di massa corporea, pressione arteriosa media e diabete di tipo 1 ( R2=0.550 ).

In conclusione, la rigidità arteriosa valutata come aPWV è aumentata nei pazienti con diabete mellito di tipo 1 senza malattia cardiovascolare clinica, indipendentemente dai classici fattori di rischio cardiovascolare.
Negli uomini con diabete di tipo 1, l’infiammazione di basso grado è risultata indipendentemente associata a rigidità arteriosa. ( Xagena2012 )

Llauradó G et al, Diabetes Care 2012; 35: 1083-1089


Endo2012



Indietro