Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Xagena Salute

Efficacia e sicurezza di Dapagliflozin nei bambini e nei giovani adulti con diabete mellito di tipo 2


Poiché ci sono poche opzioni di trattamento per i giovani con diabete di tipo 2, sono state valutare l'efficacia e la sicurezza di Dapagliflozin ( Forxiga ) come terapia aggiuntiva in bambini, adolescenti e giovani adulti con diabete di tipo 2 trattati con Metformina, Insulina o entrambi.

Uno studio multicentrico, controllato con placebo, in doppio cieco, randomizzato di fase 3 è stato condotto in 30 centri in 5 Paesi ( Ungheria, Israele, Messico, Russia e Stati Uniti ).
I partecipanti di età compresa tra 10 e 24 anni con diabete di tipo 2 e concentrazione di emoglobina glicata ( HbA1c ) del 6.5-11% ( 48-97 mmol/mol ) sono stati assegnati in modo casuale a Dapagliflozin 10 mg per os oppure placebo durante un periodo in doppio cieco di 24 settimane, che è stato poi seguito da un'estensione di sicurezza in aperto di 28 settimane in cui tutti i partecipanti hanno ricevuto Dapagliflozin.

L'esito primario era costituito dalle differenze tra i gruppi nella variazione della concentrazione di HbA1c dal basale a 24 settimane ( analisi intention-to-treat [ ITT ] ). Un'analisi di sensibilità predefinita dell'esito primario è stata valutata anche nella popolazione per protocollo, che includeva solo partecipanti aderenti al protocollo.

Tra il 2016 e il 2019, 72 partecipanti ( 19 dei quali [ 26% ] di età compresa tra 18 e 24 anni ) sono stati assegnati in modo casuale ( 39 a Dapagliflozin e 33 a placebo ).
L'età media era di 16.1 anni.

Nell'analisi ITT, dopo 24 settimane, la variazione media della concentrazione di HbA1c era -0.25% per Dapagliflozin e +0.50% per il placebo.
La differenza tra i gruppi è stata -0.75% ( P=0.10 ).

In un'analisi di sensibilità nella popolazione per protocollo ( 34 nel gruppo Dapagliflozin e 26 nel gruppo placebo ) dopo 24 settimane, la variazione media è stata di -0.51% per Dapagliflozin e +0.62% per il placebo.
La differenza tra i gruppi è stata -1.13% ( P=0.012 ).

Eventi avversi si sono verificati in 27 partecipanti ( 69% ) assegnati a Dapagliflozin e 19 partecipanti ( 58% ) assegnati al placebo nell'arco di 24 settimane, e in 29 partecipanti ( 74% ) che hanno ricevuto Dapagliflozin per 52 settimane.

L'ipoglicemia si è verificata in 11 partecipanti ( 28% ) assegnati a Dapagliflozin e 6 ( 18% ) assegnati a placebo che hanno ricevuto Dapagliflozin per 24 settimane e in 13 partecipanti ( 33% ) che hanno ricevuto Dapagliflozin per 52 settimane; nessuno è stato considerato come un evento avverso grave.
Non si sono verificati eventi avversi di chetoacidosi diabetica.

L'esito primario della variazione della concentrazione di emoglobina glicata non è risultato significativo nell'analisi ITT di bambini, adolescenti e giovani adulti con diabete di tipo 2 che ricevevano Dapagliflozin in aggiunta al trattamento standard.
Un'analisi di sensibilità predefinita dei partecipanti conformi al protocollo ha mostrato una differenza significativa nella concentrazione di HbA1c tra i gruppi.
Non sono stati identificati nuovi segnali di sicurezza e c'è stato un basso rischio di grave ipoglicemia. ( Xagena2022 )

Tamborlane WV et al, Lancet Diabetes & Endocrinology 2022; 10: 341-350

Endo2022 Pedia2022 Farma2022


Indietro