A Focus on CV
Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it

Pazienti con diabete mellito e recente sindrome coronarica acuta: Ezetimibe fornisce particolare beneficio


Nuovi dati da uno studio clinico condotto da cardiologi presso il Brigham and Women Hospital ( BWH ) e la Duke Clinical Research Institute negli Stati Uniti, hanno indicato che il farmaco per abbassare il colesterolo non-statinico, Ezetimibe ( Zetia ), quando aggiunto a una statina nei pazienti ricoverati in ospedale con una sindrome coronarica acuta, ha dimostrato particolare beneficio nei pazienti affetti anche da diabete mellito.
I pazienti con diabete che non hanno ricevuto Ezetimibe nello studio avevano una possibilità quasi del 50% di andare incontro a un evento cardiaco maggiore o a ictus nei successivi 7 anni.
Il trattamento con Ezetimibe ha ridotto il rischio relativo del 14% di sviluppare un altro importante evento cardiaco o vascolare rispetto ai pazienti che non avevano ricevuto Ezetimibe.

Nello studio IMPROVE-IT, il più grande ( 18.144 partecipanti ) e il più lungo ( 6 anni ) studio con Ezetimibe ad oggi, i ricercatori hanno dimostrato che quando Ezetimibe è stato aggiunto alla terapia con statine ( Simvastatina ), i pazienti hanno presentato un ulteriore abbassamento del colesterolo LDL del 23-24%.

I partecipanti che sono stati reclutati per lo studio erano stati ricoverati con sindrome coronarica acuta nei precedenti 10 giorni, non erano in trattamento con Ezetimibe o con la più alta dose di potenti statine, e avevano un livello di colesterolo LDL compreso tra 50 e 125 mg/dL.

I risultati di studi precedenti avevano dimostrato che Ezetimibe era in grado di ridurre in modo significativo il rischio relativo di un futuro importante evento cardiaco o vascolare del 6.4% rispetto al placebo, senza alcun aumento degli eventi avversi.

In questa nuova analisi, i ricercatori hanno utilizzato i dati del 27% dei pazienti dello studio IMPROVE-IT, che soffriva di diabete mellito al momento dell’arruolamento, e hanno scoperto che Ezetimibe aggiunto alla Simvastatina [ Vytorin ] era in grado di ridurre il colesterolo LDL di 43 mg/dL dopo un anno rispetto a 23 mg/dL con la sola Simvastatina ( Zocor ).

La maggiore riduzione del colesterolo LDL osservato nei pazienti con diabete mellito che avevano ricevuto Ezetimibe associato a una statina ha ridotto ulteriormente il rischio di successivo ictus ischemico ( del 39% ), di infarto miocardico ( 24% ), e del composito di morte per cause cardiovascolari, infarto miocardico e ictus ( 20% ), rispetto ai pazienti con diabete che avevano ricevuto la terapia con solo statine.

Inoltre, i ricercatori hanno riferito che, indipendentemente dalla presenza o assenza di diabete, i benefici di Ezetimibe sono stati osservati senza un aumento dei tassi di alterazioni epatiche, di effetti collaterali a livello muscolare, di eventi correlati alla colecisti, o di cancro. ( Xagena2015 )

Fonte: Brigham and Women Hospital, 2015

Endo2015 Cardio2015 Farma2015


Indietro