Xagena Mappa
A Focus on CV
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Sviluppo di carcinoma della vescica dopo 2 anni di assunzione dell’antidiabetico Actos


Actos è stato approvato nel 1999 come terapia aggiuntiva alla dieta e all’esercizio fisico per migliorare il controllo glicemico negli adulti con diabete mellito di tipo 2.
Actos, ai dosaggi approvati, riduce l’emoglobina glicosilata ( HbA1c ), rispetto al placebo, in media dell’1.5%.

Negli studi preclinici di carcinogenicità riguardanti il Pioglitazone, è stato osservato lo sviluppo di tumore della vescica in ratti maschi che erano stati trattati con dosaggi di Pioglitazone in grado di produrre livelli ematici equivalenti a quelli degli studi clinici.
Inoltre, i risultati di due studi clinici controllati, a 3-anni, di Actos ( studio PROactive e uno studio di sicurezza epatico ) hanno dimostrato una più alta percentuale di casi di cancro alla vescica in pazienti riceventi Actos rispetto ai confronti. Questi dati sono attualmente inclusi nella scheda tecnica di Actos.

Per comprendere meglio il rischio di carcinoma della vescica associato nel lungo termine all’uso del Pioglitazone, Takeda sta conducendo uno studio di coorte osservazionale della durata di 10 anni, così come uno studio caso-controllo nested, in pazienti con diabete che sono membri del Kaiser Permanente Northern California ( KPNC ) Health Plan.
I pazienti selezionati in questo studio soffrono di diabete mellito ed avevano un’età uguale o superiore ai 40 anni al momento dell’ingresso nello studio.
Sono stati esclusi dallo studio i pazienti con tumore alla vescica prima dell’ingresso nello studio o entro 6 mesi dalla partecipazione al Piano KPNC.
La coorte comprendeva 193.099 pazienti con diabete mellito.

L’outcome primario dello studio di coorte è rappresentato da nuova diagnosi di tumore della vescica. L’esposizione primaria di interesse è il trattamento con Actos.

Un’analisi ad interim a 5 anni è stata eseguita con dati raccolti tra il 1997 e il 2008. La durata mediana della terapia tra i pazienti trattati con Actos era di 2 anni ( intervallo: 0.2-8.5 anni ).
I Ricercatori dello studio non hanno osservato un’associazione statisticamente significativa tra qualsiasi esposizione ad Actos e l’aumentato rischio di tumore della vescica nello studio ( hazard ratio, HR=1.2 ). Tuttavia, il rischio di carcinoma della vescica è aumentato con l’aumentare della dose e la durata nell’uso di Actos, raggiungendo la significatività statistica dopo 24 mesi di esposizione.

L’FDA sta compiendo una revisione dei dati dello studio di coorte osservazionale e di uno studio caso-controllo nested. ( Xagena2010 )

Fonte: FDA, 2010


Endo2010 Onco2010 Uro2010 Farma2010


Indietro